Goderecci.it

MailingList



Ricevi HTML?

RISTORANTE LA BOTTEGA DELLA CARNE - Pieve di Coriano (MN) PDF Stampa E-mail
Lombardia
Scritto da Max   
Domenica 22 Novembre 2009 14:53

RISTORANTE LA BOTTEGA DELLA CARNE
Via Cittadella, 16
Pieve di Coriano (MN)
Tel. 0386/395052
Ferie: Credo in estate (considerato il tipo di menu)
Carte di credito: le principali

Il locale si trova in località Pieve di Coriano nella bassa mantovana a due passi dal Po. Il paese è molto tranquillo e defilato con case basse ben allineate. Il ristorante si trova lungo una via a carattere prettamente residenziale ed è visibile per l’illuminazione che spicca rispetto al buio delle case circostanti (contate che io ci sono andato di sera, probabilmente di giorno è un'altra cosa).
Il ristorante ha una buona estensione tutta su un piano ed è disposto in modo molto ben articolato lasciando parecchi spazi appartati per godere della cucina preservando una certa intimità. L'arredo, minimalista, consta di ampi tavoli quadrati affiancati a ciascuno dei quali si siedono due sole persone (a dire che ogni commensale dista dal suo vicino più prossimo non meno di mezzo metro), i tavoli sono neri così come le sedie. Grigio il pavimento ed i rivestimenti, soffitto bianco. Bella posateria (Pinti, un marchio di un certo riguardo), IKEA i coltelli della carne, forse poco chic ma molto efficienti. Piatti Tognana di foggia quadrata o, per i primi, addirittura triangolare. Bicchieri da vino appropriati ma non impeccabili (avrei apprezzato dei baloon per il rosso invece dei calici forniti), bicchieri da acqua appena abbondanti nelle dimensioni e sinceramente poco funzionali viste le dimensioni e la forma.
Il locale offre, manco a dirlo, una ampia scelta di carni sulle quali spiccano ben cinque diversi tipi di tagliata di manzo e la immancabile fiorentina.

Ma veniamo al dunque:
- Il locale fornisce dei piatti di nodini di pane sia bianco che semi integrale e di tarallini anch'essi semi integrali vagamente piccanti. I tarallini molto appetitosi e per niente “intasanti”.
- Antipasto: viene offerta ampia scelta, considerata la zona non poteva essere altrimenti, di affettati sui quali primeggia, immaginate, dell'ottimo culatello di Zibello (sapori sconosciuti dalle nostre parti anche presso le migliori rivendite) che viene fornito accompagnato da tre mostarde di diversa piccantezza: una di mandarinetti giapponesi, dolce, una di mele, appena piccante, ed una di pere, coraggiosa per chi non è abituato ma davvero ottima.
- Primi piatti: molta tradizione sulla quale spicca il riso che da queste parti è di casa: il vialone nano viene coltivato proprio in queste zone ed è uno dei punti di orgoglio dei ristoratori locali. Abbiamo assaggiato un risotto con zucca, gorgonzola decorato con aceto balsamico. Personalmente avrei scelto un tipo di riso appena appena con meno amido ma, servito caldo, si è rivelato un piatto di raro equilibrio e gusto complice anche il gorgonzola non troppo presente a vantaggio della zucca che si apprezzava, e l'aceto balsamico di qualità strepitosa.
- Secondi piatti e contorno: posso relazionarvi solo sulla fiorentina visto che si è mangiato solo quella. Che dire? Perfetta! Accompagnata con patate fritte rigorosamente casalinghe (non precotte).
- Alcuni hanno concluso con un sorbetto al limone (una bestemmia secondo me), il sottoscritto ed un collega con una ottima grappa bianca, naturale conclusione di un pasto che definirei eccellente!
I liquidi: senza eccedere abbiamo bevuto del buon pinot nero di cantina che non ricordo avendo visto la bottiglia solo da lontano (vedi in proposito descrizione delle dimensioni del desco) ed acqua filtrata frizzante (molto frizzante...)
Il pasto, che ritengo possa essere assimilato ad un pasto medio, si aggira sui 30-35 Euro a persona mangiando davvero a sazietà e di qualità.
Un'ultima nota che molti omettono ma che ha il suo indubbio valore: i servizi sono puliti come quelli di casa, mai visto niente di simile!
Ultimissimo: i fumatori hanno a disposizione nel patio esterno una tenda in materiale plastico sotto la quale trovano spazio due divani, un tappeto, un tavolo basso, una stufa da esterno e dell'incenso che brucia dando un'atmosfera esotica al luogo.

I voti:
AMBIENTE: 7 (gradevole ma un po' “freddino”, ma dipende anche dall'arredo);
SERVIZIO: 7 (professionale – attento e puntuale);
CANTINA: 6 e mezzo (buone etichette ma molto limitate territorialmente);
CUCINA: 7 e mezzo (ottima senza sorprese);
RAPPORTO Q/P: 7 (prezzo proporzionato alla qualità, alla quantità ed alla location).

GIUDIZIO FINALE: Vale la visita.

Aldo ci ha protetto!

Max

Data della visita: 28 marzo 2006

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Dicembre 2009 11:17